Una Giornata Particolare

UNA GIORNATA PARTICOLARE.
#esperienzastraordinaria
#incontroincarcere#ergastolani
Grazie Cinziaa, per l’opportunità. Grazie a te, ai docenti del ‘Patini’ di Castel di Sangro e ai tuoi favolosi ragazzi.

Lezione di legalità e umanità: studenti del “Patini Liberatore” incontrano i detenuti

4 APRILE 2019

 Una giornata speciale per i ragazzi del “Patini Liberatore” di Castel di Sangro che hanno avuto l’opportunità di confrontarsi con il mondo carcerario. Una lezione che passa dal rispetto delle regole, la comprensione, fino a toccare il lato decisamente più umano con le storie di tanti volti.  Il Direttore della casa circondariale di Sulmona, Sergio Romice, ha aperto i cancelli di via Lamaccio a 50 studenti che, dopo nozioni di legalità e consapevolezza, hanno incontrato quattro detenuti in regime di 41bis. I carcerati si sono messi a nudo raccontandosi attraverso le scelte sbagliate, la solitudine e la sofferenza. A conclusione di un percorso di approfondimento sulla legalità condotto dalle docenti Di Cola, Giampaolo, Sigismondi, Scannella e Del Castello infatti per i ragazzi è stato il tempo dell’umanità, del racconto della consapevolezza.  La voglia di rimettersi in gioco. 

Lo scrittore e giornalista Paolo De Chiara autore del romanzo “Io ho denunciato” ha accompagnato gli studenti in questo viaggio unico, confrontandosi con i ragazzi sul tema della necessità per tutti e per ciascuno di mettersi in discussione. Essere coraggiosi. Migliorare la propria realtà e formarsi cittadini attenti e presenti a se stessi e alla società con lo scopo di migliorarla. Con il funzionario giuridico pedagogico dott.ssa Fiorella Ranalli, il Comandante del reparto di polizia penitenziaria Commissario Sarah Brunetti e la prof.ssa Mascio i ragazzi si sono addentrati nei meandri della realtà quotidiana vissuta dai detenuti. Di grande impatto le testimonianze di Giuseppe, Orlando, Napoli e altri che hanno interagito con pacatezza e senza veli. Parole chiave: scelta, condivisione, ricerca, cultura e partecipazione . Un incontro di alta valenza formativa ha sottolineato la preside Cinzia D’Altorio “Non accade tutti i giorni il miracolo di mettere di fronte le giovani coscienze con temi delicati come questo. Solo docenti che credono nei diritti e nei doveri possono osarlo fare fino in fondo. L’unica strada possibile per affermare la civiltà”

Autore: Paolo De Chiara

Fondatore e direttore WordNews.it www.wordnews.it Giornalista, iscritto all’OdG Molise. Scrittore, sceneggiatore. È nato a Isernia, nel 1979. In Molise ha lavorato con gran parte degli organi di informazione (carta stampata e televisione), dirigendo riviste periodiche di informazione, cultura e politica. Si dedica con passione, a livello nazionale, alla diffusione della Cultura della Legalità all’interno delle scuole. - Nel 2012 ha pubblicato «Il Coraggio di dire No. Lea Garofalo, la donna che sfidò la ‘ndrangheta» (Falco Ed., Cosenza); - nel 2013 «Il Veleno del Molise. Trent’anni di omertà sui rifiuti tossici» (Falco Ed., Cosenza, vincitore del Premio Nazionale di Giornalismo ‘Ilaria Rambaldi’ 2014); - nel 2014 «Testimoni di Giustizia. Uomini e donne che hanno sfidato le mafie» (Perrone Ed., Roma); - nel 2018 «Il Coraggio di dire No. Lea Garofalo, la donna che sfidò la schifosa 'ndrangheta» (nuova versione aggiornata, Treditre Ed.); - nel 2019 «Io ho denunciato. La drammatica vicenda di un testimone di giustizia italiano» (Romanzi Italiani, finalista del Premio Internazionale “Michelangelo Buonarrori”, 2019). Dal romanzo «Io ho denunciato. La drammatica vicenda di un testimone di giustizia», nel settembre del 2019, è stato tratto un corto e un medio-metraggio (CinemaSet, vincitore Premio Legalità, Fiumicino 2019). È autore del soggetto e della sceneggiatura del corto e del medio-metraggio «Io ho denunciato. La drammatica vicenda di un testimone di giustizia italiano», 2019 (Premio Starlight international Cinema Award, 77^ Mostra del Cinema di Venezia, settembre 2020). - Ha collaborato con Canal + per la realizzazione del documentario Mafia: la trahison des femmes, Speciàl Investigation (MagnetoPresse). Il documentario è andato in onda in Francia nel gennaio del 2014. Premio Adriatico, «Un mare che unisce», Giornalista molisano dell’anno, Guardiagrele (Chieti), dicembre 2019.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: