Diamo Voce #rubrica

L’Italia – e non solo l’Italia del Palazzo e del potere – è un Paese ridicolo e sinistro: i suoi potenti sono delle maschere comiche, vagamente imbrattate di sangue: «contaminazioni» tra Molière e il Grand Guignol. Ma i cittadini italiani non sono da meno…

#PierPaoloPasolini

LE NOSTRE DIRETTE. Con la puntata pilota (23 gennaio 2021) abbiamo inaugurato, grazie alla preziosa collaborazione con Daniele Ventura, il primo dei nostri appuntamenti. Due al mese, con eventuali puntate speciali. Nel prossimo appuntamento (sabato 6 febbraio 2021) parleremo della Trattativa Stato Mafia, insieme all’ex PM Antonio Ingroia.

WordNews.it

Il nostro giornale (antirazzista, antifascista e laico) è nato – anche – per dare Voce a chi non ce l’ha. Il nostro compito è quello di raccontare e di denunciare. E per queste ragioni abbiamo deciso di creare una finestra fissa, per incontrare persone, per comprendere, per confrontarci. Per dare la possibilità ai lettori di ascoltare e di guardare in faccia i propri interlocutori.

WordNews è un giornale giovane, abbiamo compiuto un anno lo scorso 8 gennaio. Sino ad oggi abbiamo pubblicato 2497 articoli. Una vera palestra per colleghi giovani e meno giovani. Il nostro compito è informare senza filtri. Non abbiamo padroni. Noi siamo liberi.  

Con la puntata pilota (23 gennaio 2021) abbiamo inaugurato, grazie alla preziosa collaborazione con Daniele Ventura, il primo dei nostri appuntamenti. Due al mese, con eventuali puntate speciali. Dopo aver affrontato il tema delle infiltrazioni nelle infrastrutture (con il testimone di giustizia Gennaro Ciliberto e l’ex PM Antonio Di Pietro) continueremo ad occuparci di questioni che riguardano la collettività.

Tanti i temi che toccheremo: dalle mafie all’ambiente, dalla poesia alla cultura. Nel prossimo appuntamento (sabato 6 febbraio 2021) parleremo della Trattativa Stato Mafia, insieme all’ex PM Antonio Ingroia. 

Noi abbiamo l’entusiamo e la passione di fare questo bellissimo mestieraccio. E restiamo a disposizione per chi ha bisogno del nostro sostegno. 

La redazione.

LEGGI ANCHE:

– PUNTATA PILOTA. Infrastrutture e infiltrazioni. «Quello che succede ai testimoni di giustizia non è un incentivo per denunciare»   

Autore: Paolo De Chiara

Fondatore e direttore WordNews.it www.wordnews.it Giornalista, iscritto all’OdG Molise. Scrittore, sceneggiatore. È nato a Isernia, nel 1979. In Molise ha lavorato con gran parte degli organi di informazione (carta stampata e televisione), dirigendo riviste periodiche di informazione, cultura e politica. Si dedica con passione, a livello nazionale, alla diffusione della Cultura della Legalità all’interno delle scuole. - Nel 2012 ha pubblicato «Il Coraggio di dire No. Lea Garofalo, la donna che sfidò la ‘ndrangheta» (Falco Ed., Cosenza); - nel 2013 «Il Veleno del Molise. Trent’anni di omertà sui rifiuti tossici» (Falco Ed., Cosenza, vincitore del Premio Nazionale di Giornalismo ‘Ilaria Rambaldi’ 2014); - nel 2014 «Testimoni di Giustizia. Uomini e donne che hanno sfidato le mafie» (Perrone Ed., Roma); - nel 2018 «Il Coraggio di dire No. Lea Garofalo, la donna che sfidò la schifosa 'ndrangheta» (nuova versione aggiornata, Treditre Ed.); - nel 2019 «Io ho denunciato. La drammatica vicenda di un testimone di giustizia italiano» (Romanzi Italiani, finalista del Premio Internazionale “Michelangelo Buonarrori”, 2019). Dal romanzo «Io ho denunciato. La drammatica vicenda di un testimone di giustizia», nel settembre del 2019, è stato tratto un corto e un medio-metraggio (CinemaSet, vincitore Premio Legalità, Fiumicino 2019). È autore del soggetto e della sceneggiatura del corto e del medio-metraggio «Io ho denunciato. La drammatica vicenda di un testimone di giustizia italiano», 2019 (Premio Starlight international Cinema Award, 77^ Mostra del Cinema di Venezia, settembre 2020). - Ha collaborato con Canal + per la realizzazione del documentario Mafia: la trahison des femmes, Speciàl Investigation (MagnetoPresse). Il documentario è andato in onda in Francia nel gennaio del 2014. Premio Adriatico, «Un mare che unisce», Giornalista molisano dell’anno, Guardiagrele (Chieti), dicembre 2019.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...