E la barzelletta continua…

CRISI RIENTRATA. La consigliera Filomena Calenda prima firma la mozione di sfiducia e poi diventa assessore.

di Paolo De Chiara (WordNews.it)

E la barzelletta continua...

Il consiglio regionale del Molise? Una pessima barzelletta. Dalla mozione di sfiducia, firmata da 11 consiglieri, bisogna cassare un nominativo. La “combattiva” Calenda dopo la firma (nella foto in basso) diventa Assessore al posto del leghista Michele Marone

Questo è materiale da Bagaglino. Altro che le stronzate che ci propinano per televisione. Il cabaret si trova nel Palazzo Muffa di Campobasso, sede degli zombie della politica regionale. 

Lo avevamo scritto poche ore fa: qualcuno degli undici firmatari si tirerà indietro?

E’ successo. Era prevedibile. 

Ma forse la consigliera non aveva capito quale foglio stava firmando. Questa è la politica? Proprio con noi si era lamentata della gestione dello sGovernatore Toma (“Non mi fanno leggere le carte”). Ed ora è entrata nel suo esecutivo. 

La consigliera non potrà più lamentarsi, avrà tutto il tempo per leggerle. E nel giorno del giudizio politico (perchè arriva sempre, prima o poi) cosa dirà ai molisani?

Auguri Assessore, auguri molisani. Un po’, però, è pure colpa vostra!

Alla prossima mozione… alla prossima barzelletta. 

WORDNEWS.IT © Riproduzione vietata

Leggi anche:

– Mozione di sfiducia, 11 firme per mandare a casa Toma

– «Un governo regionale superficiale e autoreferenziale»

– «Il presidente Toma è politicamente debole»

– «Scelte sconsiderate da parte della politica molisana»

– In Molise aumentano i casi Covid: «Siamo nel caos più assoluto»

– La richiesta del Forum: «Per invertire la rotta serve il centro Covid regionale»

Autore: Paolo De Chiara

Fondatore e direttore WordNews.it www.wordnews.it Giornalista, iscritto all’OdG Molise. Scrittore, sceneggiatore. È nato a Isernia, nel 1979. In Molise ha lavorato con gran parte degli organi di informazione (carta stampata e televisione), dirigendo riviste periodiche di informazione, cultura e politica. Si dedica con passione, a livello nazionale, alla diffusione della Cultura della Legalità all’interno delle scuole. - Nel 2012 ha pubblicato «Il Coraggio di dire No. Lea Garofalo, la donna che sfidò la ‘ndrangheta» (Falco Ed., Cosenza); - nel 2013 «Il Veleno del Molise. Trent’anni di omertà sui rifiuti tossici» (Falco Ed., Cosenza, vincitore del Premio Nazionale di Giornalismo ‘Ilaria Rambaldi’ 2014); - nel 2014 «Testimoni di Giustizia. Uomini e donne che hanno sfidato le mafie» (Perrone Ed., Roma); - nel 2018 «Il Coraggio di dire No. Lea Garofalo, la donna che sfidò la schifosa 'ndrangheta» (nuova versione aggiornata, Treditre Ed.); - nel 2019 «Io ho denunciato. La drammatica vicenda di un testimone di giustizia italiano» (Romanzi Italiani, finalista del Premio Internazionale “Michelangelo Buonarrori”, 2019). Dal romanzo «Io ho denunciato. La drammatica vicenda di un testimone di giustizia», nel settembre del 2019, è stato tratto un corto e un medio-metraggio (CinemaSet, vincitore Premio Legalità, Fiumicino 2019). È autore del soggetto e della sceneggiatura del corto e del medio-metraggio «Io ho denunciato. La drammatica vicenda di un testimone di giustizia italiano», 2019 (Premio Starlight international Cinema Award, 77^ Mostra del Cinema di Venezia, settembre 2020). - Ha collaborato con Canal + per la realizzazione del documentario Mafia: la trahison des femmes, Speciàl Investigation (MagnetoPresse). Il documentario è andato in onda in Francia nel gennaio del 2014. Premio Adriatico, «Un mare che unisce», Giornalista molisano dell’anno, Guardiagrele (Chieti), dicembre 2019.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...