IO HO DENUNCIATO #premio

MENZIONE SPECIALE

#iohodenunciato

Premio Sandro SciottiCittà di Marino

#premioletterario

IO HO DENUNCIATO a Miranda

IO HO DENUNCIATO a Miranda
26 settembre 2020
#iohodenunciato
Grazie di Cuore a tutti.

SE NON FOSSIMO IL PAESE CHE SIAMO…
Miranda, 26 settembre 2020
“Un libro che sa di denuncia, di giustizia”. Dal romanzo è stata tratta la sceneggiatura per la realizzazione del film “Io ho denunciato”, premiato – pochi giorni fa – al Festival internazionale del Cinema di Venezia.

Saluti:
Marco FERRANTE, Sindaco di Miranda
Interventi:
Paolo DE CHIARA (giornalista, scrittore, autore del libro e della sceneggiatura del film premiato alla 77^ Mostra internazionale del Cinema di Venezia)
Tonino BRACCIA (superstite Strage di Bologna del 2 agosto 1980)
Massimiliano TRAVAGLINI (portavoce Movimento Agende Rosse “Falcone e Borsellino” Abruzzo)

Moderatrice Marilena FERRANTE (insegnante, giornalista, scrittrice)
Ph Sara Labella

#lettori Premio #IHD Venezia

GRAZIE ANDREA PER IL TUO CONTRIBUTO.

«Paolo De Chiara giornalista e scrittore molisano lascia il segno anche al Cinema di Venezia , grazie per il suo impegno sociale , sempre dalla parte dei più deboli e contro i sistemi di potere .

Per il Premio “Starlight Cinema International Award” é risultato vincitore alla 77.a Mostra Internazionale del Cinema di Venezia per la categoria “Impegno Sociale” il film “Io ho denunciato”, tratto appunto dal libro del giornalista e scrittore molisano Paolo De Chiara, sceneggiato dallo stesso, con la regia di G. Cash, ispirato ad una storia vera. Un uomo stroncato dalla mafia che trova il coraggio e la forza di denunciare il sistema di sfruttamento, usura, estorsione e ricatto .

Solidarietà, unione e lotta per il bene comune.

Il coraggio di denunciare, lottare con coscienza per un reale cambiamento rimane la priorità assoluta.

Grazie Paolo De Chiara per il tuo fattivo contributo nella sensibilizzazione di questi temi.
L’omertà é il grande male di questa società.»

Andrea Di Paolo

#graziedicuore

#lettori Testimoni di Giustizia

GRAZIE DI CUORE
#lettori

«Ho finito di leggere il suo libro “TESTIMONI DI GIUSTIZIA”.
Congratulazioni! Sono venuta a conoscenza di realtà veramente drammatiche dal punto di vista personale, familiare, di instabilità emotiva, psicologica, lavorativa.
Il suo è stato un racconto così minuzioso, accurato, documentato delle vicende di alcuni testimoni di giustizia, che leggendo sembrava viverle.
Concordo con quanto sottolineato nel testo, costoro sono vittime… Ahimè… delle “mafie”.

Uomini e donne che sono stati GRANDI nel difendere la loro dignità, onestà e libertà… Che amarezza però… Questo loro coraggio di denunciare e quindi ribellarsi alle estorsioni subite dai malavitosi o alle regole dell’essere nati in una famiglia mafiosa (il vissuto di Lea Garofalo o della Cacciola, mamme coraggio per me) è stato ricompensato con l’essere lasciati Soli, ABBANDONATI da chi invece doveva tutelarli in toto…
Le Istituzioni a cui loro si sono affidate.»
#testimonidigiustizia

Festival Venezia: “IO HO DENUNCIATO” vince la VII edizione dello “Starlight International Cinema Award”

SPECIALE BIENNALE 2020. Premio per il sociale al film “Io Ho Denunciato”, tratto dal romanzo scritto da Paolo De Chiara (ed. Romanzi Italiani). Regia di Gabriel Cash, sceneggiatura scritta dall’autore del libro.

Un film intenso, oggi più che mai di grande attualità che ripercorre le vicissitudini della vita di un testimone di giustizia che, per aver denunciato racket, estorsioni e violenze fisiche, si ritrova a dover abbandonare la sua terra.

di Simona Di Sarno, WordNews.it

Si è tenuto ieri sera alla sala campari della Biennale di Venezia, la VII edizione del premio Starlight international Cinema Award, l’intento del premio è quello di valorizzare i talenti del cinema nazionale e internazionale.
I premiati vengono scelti tra le eccellenze del settore, in quanto testimoni di opere in grado di rappresentare varie culture ed i mutamenti globali.

L’International Starlight Cinema Award, prodotto da Today di Francesca Rettondini ed ideato con la collaborazione di Giuseppe Zaccaria, ha scelto di assegnare tra i vari premi, il premio alla Carriera a Valeria Fabrizi e Massimo Dapporto ed il premio per il sociale al produttore Antonio Chiaramonte con il film “Io Ho Denunciato”, tratto dal romanzo scritto da Paolo De Chiara (ed. Romanzi Italiani). 

Regia di Gabriel Cashsceneggiatura scritta dall’autore del libro.


Un film intenso, oggi più che mai di grande attualità che ripercorre le vicissitudini della vita di un testimone di giustizia che, per aver denunciato racket, estorsioni e violenze fisiche, si ritrova a dover abbandonare la sua terra.

La serata è stata presentata dalla conduttrice televisiva e radiofonica (RDS) Anna Pettinelli.

Nelle passate edizioni il premio è stato vinto da celebrità come Barbora Bobulova, Anita Caprioli, Lou Castel, Carolina Crescentini, Maria Grazia Cucinotta, Silvia D’Amico, Donatella Finocchiaro, Anna Foglietta (quest’anno scelta come madrina della 77esima edizione della Mostra) Matteo Garrone , Giancarlo Giannini, Massimiliano Gallo, Milena Mancini, Vinicio Marchioni, Carlotta Natoli, Susanna Nicchiarelli, Al Pacino, Andrea Pallaoro, Alice Rohrwacher, Claudio Santamaria, Greta Scarano, Malgorzata Szumowska, Paz Vega, Lina Wertmüller.

WordNews.it

#IHD, successo a Catania

#iohodenunciato
Grande evento a Catania.
#cinemaset
Una sala strapiena di giovani.
#film

Un gruppo straordinario! Forza, la strada è lunga. Ma artisticamente e professionalmente piacevole e intrigante.
Cinema, Cultura, Cultura e Legalità.
Grazie di cuore a tutti!!!

Premio Internazionale “M. Buonarroti” #IHD

IHD #libro #film

Un imprenditore italiano subisce, per tanti anni, l’arroganza criminale da parte di due clan di Cosa nostra: usura, estorsioni, violenze fisiche e morali. La sua storia è emblematica ed unica nel suo genere. Dopo una fortissima crisi interiore e un profondo senso di smarrimento denuncia gli aguzzini mafiosi. L’uomo entra in un mondo totalmente sconosciuto, viene trasferito in località protetta insieme ad una parte della sua famiglia. Anni di privazioni, difficili da sopportare. Estirpato dal suo territorio, perde il contatto con la sua terra, con i suoi amici, con il suo mondo lavorativo. Deve far perdere le sue tracce, diventare invisibile per scampare ad una condanna a morte sancita dai criminali senza scrupoli. Una vita da recluso, per aver compiuto il proprio dovere. I continui trasferimenti in diverse città italiane mettono a dura prova le sue certezze. Lo smarrimento, la destabilizzazione, la disperazione cominciano a convivere quotidianamente con la sua nuova vita.     

Le accuse del testimone contro i clan sono devastanti per l’organizzazione: arresti, processi, condanne, dopo un lungo travaglio e un percorso pieno di ostacoli, disseminati non solo dagli uomini del malaffare.

Esiste un abisso tra i testimoni di giustizia e i collaboratori: sono due figure completamente diverse. I cosiddetti ‘pentiti’, termine senza alcun tipo di significato, hanno fatto parte delle organizzazioni criminali e nella maggior parte dei casi sono degli assassini sanguinari che hanno deciso di “saltare il fosso” per motivi di mero opportunismo, legato alla riduzione della pena inflitta; i testimoni, al contrario, sono dei cittadini onesti, senza legami con le mafie: hanno denunciato per l’alto senso di giustizia e legalità. Hanno visto, hanno sentito, hanno toccato con mano, hanno subìto. Hanno avuto il coraggio di ribellarsi.

IO HO DENUNCIATO è una rappresentazione realistica delle tante problematiche riferite e denunciate da chi ha speso la propria vita nella lotta contro il male. La vicenda umana raccontata tocca le corde più delicate della sua esistenza: la disperazione, le paure, le incertezze, le pressioni, i rapporti con la famiglia, con gli amici, con i parenti. I legami lavorativi distrutti. La scelta forzata di abbandonare la propria terra, provando a costruire con fatica una nuova esistenza, completamente slegata dalla precedente. Il testimone scivola velocemente in un vortice infernale, perde la sua dignità, la sua identità e la sua libertà.

Una vita devastata, reinventata, pianificata, studiata a tavolino.

La storia narrata nel libro IO HO DENUNCIATO, liberamente ispirata alla vicenda realmente accaduta all’imprenditore italiano, è stata scritta per raccogliere il grido disperato d’aiuto, per far emergere le positività ma, soprattutto, le tante difficoltà che devono affrontare e subire i testimoni di giustizia italiani, assieme alle loro famiglie; per migliorare un sistema che presenta carenze significative nella salvaguardia di chi ha denunciato le mafie; per portare molte altre persone a denunciare.

È un dovere testimoniare, ma è un diritto essere tutelati e rispettati. Il protagonista ha vinto la sua battaglia, è riuscito a guadagnarsi la sua libertà. Ma quanti mancano ancora all’appello?

IO HO DENUNCIATO, #lettori

GRAZIE DI CUORE

#buona lettura

IO HO DENUNCIATO – Romanzi Italiani, 2019

Un imprenditore italiano subisce, per tanti anni, l’arroganza criminale da parte di due clan di Cosa nostra: usura, estorsioni, violenze fisiche e morali. La sua storia è emblematica ed unica nel suo genere. Dopo una fortissima crisi interiore e un profondo senso di smarrimento denuncia gli aguzzini mafiosi. L’uomo entra in un mondo totalmente sconosciuto, viene trasferito in località protetta insieme ad una parte della sua famiglia. Anni di privazioni, difficili da sopportare. Estirpato dal suo territorio, perde il contatto con la sua terra, con i suoi amici, con il suo mondo lavorativo. Deve far perdere le sue tracce, diventare invisibile per scampare ad una condanna a morte sancita dai criminali senza scrupoli. Una vita da recluso, per aver compiuto il proprio dovere. I continui trasferimenti in diverse città italiane mettono a dura prova le sue certezze. Lo smarrimento, la destabilizzazione, la disperazione cominciano a convivere quotidianamente con la sua nuova vita.     

Le accuse del testimone contro i clan sono devastanti per l’organizzazione: arresti, processi, condanne, dopo un lungo travaglio e un percorso pieno di ostacoli, disseminati non solo dagli uomini del malaffare.

IHD, #libro #film

IO HO DENUNCIATO
#iohodenunciato #romanziitaliani #cosanostra #mafiemontagnadimerda  

IO HO DENUNCIATO è una rappresentazione realistica delle tante problematiche riferite e denunciate da chi ha speso la propria vita nella lotta contro il male. La vicenda umana raccontata tocca le corde più delicate della sua esistenza: la disperazione, le paure, le incertezze, le pressioni, i rapporti con la famiglia, con gli amici, con i parenti. I legami lavorativi distrutti. La scelta forzata di abbandonare la propria terra, provando a costruire con fatica una nuova esistenza, completamente slegata dalla precedente. Il testimone scivola velocemente in un vortice infernale, perde la sua dignità, la sua identità e la sua libertà.

Una vita devastata, reinventata, pianificata, studiata a tavolino.

La storia narrata nel libro IO HO DENUNCIATO, liberamente ispirata alla vicenda realmente accaduta all’imprenditore italiano, è stata scritta per raccogliere il grido disperato d’aiuto, per far emergere le positività ma, soprattutto, le tante difficoltà che devono affrontare e subire i testimoni di giustizia italiani, assieme alle loro famiglie; per migliorare un sistema che presenta carenze significative nella salvaguardia di chi ha denunciato le mafie; per portare molte altre persone a denunciare.

È un dovere testimoniare, ma è un diritto essere tutelati e rispettati. Il protagonista ha vinto la sua battaglia, è riuscito a guadagnarsi la sua libertà. Ma quanti mancano ancora all’appello?

http://www.iohodenunciato.it/

IO HO DENUNCIATO #larino

GRAZIE di CUORE al Centro ‘Afra’ di Larino, a Caterina, a Gianluca e a Massimiliano (per il suo prezioso intervento) #sietepersoneeccezionali

Presentazione del libro IO HO DENUNCIATO a #larino
#libro#storiavera#iohodenunciato
@iohodenunciato
www.iohodenunciato.it

IO HO DENUNCIATO #pdc

Grazie di Cuore #buonalettura #iohodenunciato #storiavera #pdc #cosanostra #mafiemontagnadimerda

Intervista RadioRid

INTERVISTA TELEFONICA 

#iohodenunciato#giovedì#17gennaio#paolodechiara#enzoguarnera#beppeconvertini#radiorid #96.8

IO HO DENUNCIATO

LA DRAMMATICA VICENDA DI UN TESTIMONE DI GIUSTIZIA ITALIANO

di Paolo De Chiara

IO HO DENUNCIATO. Giovedi 17 gennaio 2019, alle ore 11:00, «RadoRID» dedicherà uno speciale spazio sul tema della legalità, un tema purtroppo quanto mai attuale, ma soprattutto si parlerà dei testimoni di giustizia. Durante la diretta radiofonica, interverranno l’autore Paolo De Chiara che presenterà il suo ultimo romanzo «IO HO DENUNCIATO», la vicenda drammatica di un testimone di giustizia italiano e l’avvocato penalista Enzo Guarnera del foro di Catania, entrambi impegnati nel settore della legalità. Il programma sarà condotto da Beppe Convertin.

Vi aspettiamo! Non mancate!!
#iohodenunciato #intervistatelefonica #paolodechiara #radiorid #tdg#lamafiaèunamontagnadimerda #romanziitaliani #nuovolibro

http://www.iohodenunciato.it

IO HO DENUNCIATO #libro

Un imprenditore italiano subisce, per tanti anni, l’arroganza criminale da parte di due clan di Cosa nostra: usura, estorsioni, violenze fisiche e morali. La sua storia è emblematica ed unica nel suo genere. Dopo una fortissima crisi interiore e un profondo senso di smarrimento denuncia gli aguzzini mafiosi. L’uomo entra in un mondo totalmente sconosciuto, viene trasferito in località protetta insieme ad una parte della sua famiglia. Anni di privazioni, difficili da sopportare. Estirpato dal suo territorio, perde il contatto con la sua terra, con i suoi amici, con il suo mondo lavorativo. Deve far perdere le sue tracce, diventare invisibile per scampare ad una condanna a morte sancita dai criminali senza scrupoli. Una vita da recluso, per aver compiuto il proprio dovere. I continui trasferimenti in diverse città italiane mettono a dura prova le sue certezze. Lo smarrimento, la destabilizzazione, la disperazione cominciano a convivere quotidianamente con la sua nuova vita.     

Le accuse del testimone contro i clan sono devastanti per l’organizzazione: arresti, processi, condanne, dopo un lungo travaglio e un percorso pieno di ostacoli, disseminati non solo dagli uomini del malaffare.

Esiste un abisso tra i testimoni di giustizia e i collaboratori: sono due figure completamente diverse. I cosiddetti ‘pentiti’, termine senza alcun tipo di significato, hanno fatto parte delle organizzazioni criminali e nella maggior parte dei casi sono degli assassini sanguinari che hanno deciso di “saltare il fosso” per motivi di mero opportunismo, legato alla riduzione della pena inflitta; i testimoni, al contrario, sono dei cittadini onesti, senza legami con le mafie: hanno denunciato per l’alto senso di giustizia e legalità. Hanno visto, hanno sentito, hanno toccato con mano, hanno subìto. Hanno avuto il coraggio di ribellarsi.

IO HO DENUNCIATO è una rappresentazione realistica delle tante problematiche riferite e denunciate da chi ha speso la propria vita nella lotta contro il male. La vicenda umana raccontata tocca le corde più delicate della sua esistenza: la disperazione, le paure, le incertezze, le pressioni, i rapporti con la famiglia, con gli amici, con i parenti. I legami lavorativi distrutti. La scelta forzata di abbandonare la propria terra, provando a costruire con fatica una nuova esistenza, completamente slegata dalla precedente. Il testimone scivola velocemente in un vortice infernale, perde la sua dignità, la sua identità e la sua libertà.

Una vita devastata, reinventata, pianificata, studiata a tavolino.

La storia narrata nel libro IO HO DENUNCIATO, liberamente ispirata alla vicenda realmente accaduta all’imprenditore italiano, è stata scritta per raccogliere il grido disperato d’aiuto, per far emergere le positività ma, soprattutto, le tante difficoltà che devono affrontare e subire i testimoni di giustizia italiani, assieme alle loro famiglie; per migliorare un sistema che presenta carenze significative nella salvaguardia di chi ha denunciato le mafie; per portare molte altre persone a denunciare.

È un dovere testimoniare, ma è un diritto essere tutelati e rispettati. Il protagonista ha vinto la sua battaglia, è riuscito a guadagnarsi la sua libertà. Ma quanti mancano ancora all’appello?

sito: iohodenunciato.it

mail:iohodenunciato@virgilio.it

IL SITO: http://www.iohodenunciato.it/

DISPONIBILE online su:

IBS.it (clicca qui)

LIBRERIA UNIVERSITARIA.it (clicca qui)

AMAZON (clicca qui)

MONDADORISTORE.it (clicca qui)

LaFELTRINELLI.it (clicca qui)

UNILibro.it

Librerie UBIK

A breve disponibile nelle maggiori LIBRERIE italiane.

Data di uscita: gennaio 2019

Pagine: 152

Copertina: morbida

Editore: Romanzi Italiani

ISBN: 9788827864258

Il Coraggio di dire NO a SERRONE (Frosinone), 13 luglio 2017

manifestoLea

LA MAFIA UCCIDE, IL SILENZIO PURE.

Il Coraggio di dire NO a SERRONE (Frosinone), 13 luglio 2017
#ilcoraggiodidireNo #leagarofalo #ndranghetaMontagnadiMerda

ore 19.00 intervengono:
PAOLO DE CHIARA, giornalista e autore del libro “il coraggio di dire no”
WALTER BIANCHI, responsabile provinciale “Libera”
LAURA COLINNOLI, giornalista

20.30 Apericena con buffet
21.30 Proiezione del film “LEA” di Marco Tullio Giordana

lea-garofalo-milano-arco-della-pace-24-nov-2009

rosa-gialla

 

IL CORAGGIO DI DIRE NO…

 

 

rosa-gialla

IL COMMENTO DI UN LETTORE…

“La storia di Lea Garofalo…il suo libro, come una fiaccola accesa, mantiene viva la speranza in un futuro più luminoso, senza l’oscurità ed il grigiore della mafia.
Quando viene a presentare il suo libro qui da noi?”

#ilcoraggiodidireno#leagarofalo #libri #mafiemontagnadimerda

TESTIMONI DI GIUSTIZIA a PARTINICO (Palermo), 7 febbraio 2015

0

GRAZIE DI CUORE…

una bellissima presentazione con BELLISSIME persone

1

 

 

 

2

 

3

4

5

 

 

8

9

11

13

15

16

17

18

19

20

 

dalla chiesa2 scuola

 

dalla chiesa scuola itcg partinico

aeroporto punta raisi est

per non dimenticare aeroporto punta raisi

IL GIORNO DELLA CIVETTA, i luoghi del film di Damiano Damiani,

piazza Duomo, Partinico (Palermo), 7 febbraio 2015

— presso Corso Dei Mille Partinico.

il giorno della civetta, la piazza del film

il giorno della civetta2, la piazza del film

il giorno della civetta3, la piazza del film

il giorno della civetta4, la piazza del film

CANTINA BORBONICA & MUSEO DEI PUPI,

Partinico (Palermo), 7 febbraio 2015

— presso Real Cantina Borbonica.

cantina borbonica

cantina borbonica2

cantina borbonica3

cantina borbonica4

cantina borbonica6

museo pupi

pupi

pupi2

pupi3

pupi4

DON PINO PUGLISI… per non dimenticare!

Cattedrale di Palermo, 6 febbraio 2015

— presso Cattedrale di Palermo.

cattedrale palermo don pino

cattedrale palermo don pino2

cattedrale palermo don pino3

 

brancaccio

brancaccio2

corleone

dalla chiesa1

manifesto TDG

 

 

TESTIMONI di GIUSTIZIA… su LazioTv, 22 gennaio 2015

2015/01/img_6629.jpg

“LA VOCE DEGLI SCRITTORI”

in onda giovedì 22 gennaio 2015 su LazioTv.

2015/01/img_6631.jpg

2015/01/img_6632.jpg

2015/01/img_6630.jpg

2015/01/img_6638.jpg

2015/01/img_6619.jpg

2015/01/img_6615.jpg

2015/01/img_6604.jpg

2015/01/img_6607.jpg

2015/01/img_6641.jpg

TESTIMONI di GIUSTIZIA a Priverno (Latina), 12 gennaio 2014

0

 GRAZIE di Cuore a Tutti… una grandissima iniziativa presso l’ISISS ‘T. Rossi’ con i favolosi ragazzi, con i docenti, i genitori, l’amministrazione comunale e le forze dell’ordine. Siete persone eccezionali…

Insieme si può!!!

Vania Marteddu Nunzia Macci Loretta Cardarelli Anna Maria Bilancia Associazione Femineus.

FOTO: Nunzia Macci 

2 3

4

5

8

9

10

11

12

13

25

26

27

28 29

30

31

32

33

34

35

36

40

42

50

55

56

57

FOTO inst perrone

TESTIMONI di GIUSTIZIA… RadioRai3, Roma, 30 dicembre 2014

6

TESTIMONI di GIUSTIZIA…a RadioRAI3

con il TDG Luigi Coppola

Roma, 30 dicembre 2014

AUDIO trasmissione: 

http://www.radio.rai.it/podcast/A45748496.mp3#sthash.co7V6rrO.xiqq

7

8

9

10

1

2

3

4

5

manifesto

TESTIMONI DI GIUSTIZIA… in PUGLIA (Brindisi e Torre Santa Susanna), 12 dicembre 2014

1

TESTIMONI di GIUSTIZIA

con i ragazzi favolosi dell’ITIS ‘Giorgi’ di Brindisi

Aula Magna Borsellino,

12 dicembre 2014

— presso ITT “Giorgi” – Brindisi.

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

21

22

art

art2

TDG… a Torre Santa Susanna (Brindisi)

12 dicembre 2014

— pressoTeatro Comunale T.S Susanna.

16

17

18

19

20

23

manifesto completo

GRAZIE DI CUORE…

Siete Straordinari e Necessari. INSIEME SI PUÒ!!!

Le mafie sono una Montagna di Merda!

BRINDISI, TORRE SANTA SUSANNA (BR)

12 dicembre 2014

FOTO inst perrone

 

 

TESTIMONI di GIUSTIZIA a… PiùLIBRI PiùLIBERI, Roma, 8dic2014

TDG fiera libro piùlibripiùliberi roma dic2014

E’ TEMPO DI LEGGERE…

PiùLIBRI PiùLIBERI, la Fiera nazionale della piccola e media editoria, nasce nel dicembre del 2002 da una felice intuizione del Gruppo Piccoli editori di Varia dell’Associazione Italiana Editori. L’obiettivo di offrire al maggior numero possibile di piccole case editrici uno spazio per portare agli onori della ribalta la propria produzione, spesso ‘oscurata’ da quella delle case editrici più forti; e insieme di realizzare un luogo di incontro per gli operatori professionali, per discutere le problematiche del settore e per individuare le strategie da sviluppare.

lunedì 8 dicembre 2014, ore 17:00

presentazione del libro TESTIMONI di GIUSTIZIA di Paolo De Chiara.

INTERVENGONO l’autore, Vins Gallico (scrittore), Angela NAPOLI (consulente Commissione Parlamentare ANTIMAFIA), un Testimone di Giustizia

a cura di GiulioPERRONE Editore

SALA TURCHESE

tdg perrone

 

pp. 300 – Le Nuove Onde

formato 13X20

978-88-6004-326-9

16,00 euro

 In un Paese ben lontano dall’aver sconfitto le mafie esistono ancora cittadini che hanno il coraggio di diffondere la voce della legalità e credono che denunciare sia segno di civiltà e premessa di libertà. sono i testimoni di giustizia, figura introdotta legalmente nel 2001 per permetterne una coerente giurisdizione e soprattutto per differenziarne la natura e la disciplina rispetto ai collaboratori di giustizia, meglio noti come “pentiti”.

Il testimone di giustizia sceglie, per dovere civico, di non abbassare la testa di fronte alle prepotenze, è un testimone oculare, un imprenditore piegato dagli estorsori o, in alcuni casi, un cittadino che rivendica la propria onestà pur appartenendo a contesti mafiosi, come Lea Garofalo e Maria concetta cacciola.

Lo stato opera un’azione di ascolto e utilizzo delle informazioni fornite dai testimoni di giustizia e garantisce loro misure speciali di protezione: allontanamento dal paese di origine, trasferimento in località protette, identità false e sussidi che dovrebbero assicurare una vita dignitosa. Ma molti testimoni lamentano l’inadeguatezza di queste misure, il peggioramento del loro tenore di vita e l’abbandono in cui versano. isolati, privi di un sostegno psicologico adeguato, costantemente alle prese con i limiti dei servizi assistenziali e sanitari, e con i problemi legati ai numerosi trasferimenti: solitudine, spaesamento, distacco dagli affetti e impossibilità di trovare un lavoro.

Paolo De Chiara ripercorre alcune di queste storie attraverso una ricostruzione puntuale dei fatti, grazie a dichiarazioni, atti processuali, intercettazioni rese pubbliche, interviste e testimonianze, creando uno spettro il più possibile esaustivo di una realtà – quella del testimone di giustizia – che ancora vive, invece, in uno stato di ingiustizia.

IL VELENO DEL MOLISE… a UnoMattina Caffè, RAIUNO, 3 febbraio 2014

uno-mattina-caffe

IL VELENO DEL MOLISE… a UnoMattina Caffè

in ONDA lunedì 3 febbraio 2014

RAIUNO, dalle ore 6:00 in poi…

GRAZIE DI CUORE PER LA BELLISSIMA ESPERIENZA!!!

Roma, SaxaRubra

II EDIZIONE AGGIORNATA... "IL VELENO DEL MOLISE. Trent'anni di omertà sui rifiuti tossici" (Falco Editore, gen. 2014, Cosenza)
II EDIZIONE AGGIORNATA… “IL VELENO DEL MOLISE. Trent’anni di omertà sui rifiuti tossici” (Falco Editore, gen. 2014, Cosenza)

Saxa Rubra, Roma - Sede RAI
Saxa Rubra, Roma – Sede RAI

RAI1

Il Coraggio di dire No… in ristampa!!!

Esaurita la prima edizione, siamo in ristampa!

IL CORAGGIO DI DIRE NO. Lea Garofalo, la donna che sfidò la 'ndrangheta
IL CORAGGIO DI DIRE NO. Lea Garofalo, la donna che sfidò la ‘ndrangheta

 

IL CORAGGIO DI DIRE NO
Lea Garofalo, la donna che sfidò la ‘ndrangheta
con Prefazione di Enrico FIERRO
con Introduzione di Giulio CAVALLI

[…] la storia di Lea Garofalo, di 
questo ci parla. Di una vita violenta vissuta in un clima di perenne e quotidiana violenza. Un’esistenza dove la tenerezza, l’affetto, la comprensione non hanno mai trovato spazio. Forse, ma questo lo si avverte leggendo il libro e soffermandosi a riflettere sulle pagine più dense, alla fine della sua vicenda umana.
Lea aveva capito che una vita violenta non è più vita e per questo aveva chiesto aiuto. Allo Stato, a questa cosa incomprensibile e troppo lontana per una ragazza di Calabria, allo Stato come unica entità cui aggrapparsi in quel momento. Perché quando rompi con la famiglia, quando vuoi venirne fuori, diventi una infame, una cosa lorda, la vergogna per il padre, i fratelli, il marito. E la vergogna si lava con il sangue.
dalla Prefazione di Enrico Fierro, giornalista de Il Fatto Quotidiano

 

 

PRESENTAZIONE IN CALABRIA… Il Coraggio di dire No. Lea Garofalo, la donna che sfidò la ‘ndrangheta

PRESENTAZIONE DEL LIBRO… Il Coraggio di dire No. Lea Garofalo, la donna che sfidò la ‘ndrangheta.

Giovedì 13 dicembre 2012, ore 17.30

SALUTI: Peppino VALLONE (Sindaco di Crotone)

INTERVENGONO: Teresa CORTESE, vicesindaco di Crotone; Michele FALCO, editore; Marisa GAROFALO, sorella di Lea Garofalo; Antonio TATA, responsabile Ass. Libera Crotone

MODERA: Riccardo GIACOIA, giornalista Rai

SALA CONSILIARE DEL COMUNE DI CROTONE.

invito_crotone 13 dicembre2012

PRESENTAZIONE DEL LIBRO A COSENZA… 
Il Coraggio di dire No. Lea Garofalo, la donna che sfidò la ‘ndrangheta. 

Venerdì 14 dicembre 2012, ore 18.00

INTERVENTI: On. Angela NAPOLI (componente commissione Antimafia); Paolo POLLICHIENI (direttore del Corriere della Calabria); Michele FALCO (editore)

CONCLUDE: Francesca PRESTIA (cantastorie, autrice de La ballata di Lea)

MODERA: Emanuele GIACOIA, direttore responsabile de il Quotidiano della Calabria

LIBRERIA UBIK COSENZA

invito_cosenza 14 dic2012