Al fianco di Gratteri

WordNews.it

La redazione di WordNews.it esprime la sua vicinanza al Procuratore Capo della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri.

Il sistema masso-mafioso non riuscirà a fermare l’azione di un magistrato, dei suoi uomini e di uno Stato serio, impegnato a debellare questo cancro secolare.

Noi faremo la nostra parte. Sosterremo uomini e donne impegnati in questa quotidiana battaglia, senza restare a guardare, con le mani in tasca. Useremo il nostro bellissimo mestieraccio per svelare i fatti, per far emergere situazioni sapientemente nascoste.

Per portarle all’attenzione dei nostri lettori.

Questo è il modo che conosciamo per fare al meglio il nostro mestiere. Questo è il modo per “proteggere” il Procuratore Nicola Gratteri.

E questa è la nostra sfida. Noi sfidiamo questo sistema marcio, noi sfidiamo questi piccoli uomini (massoni e mafiosi) che pensano di fare il bello e il cattivo tempo. Noi sfidiamo queste “menti raffinatissime”.

In passato hanno colpito. In passato siamo stati distratti. In passato abbiamo girato la testa dall’altra parte.

Mettetevelo nella testa (marcia di potere, avidità e sangue). Gratteri non è solo!

Il direttore

La redazione

https://www.wordnews.it/al-fianco-di-gratteri

Al fianco di Gratteri

La redazione di WordNews.it esprime la sua vicinanza al Procuratore Capo della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri

Il sistema masso-mafioso non riuscirà a fermare l’azione di un magistrato, dei suoi uomini e di uno Stato serio, impegnato a debellare questo cancro secolare. 

Noi faremo la nostra parte. Sosterremo uomini e donne impegnati in questa quotidiana battaglia, senza restare a guardare, con le mani in tasca. Useremo il nostro bellissimo mestieraccio per svelare i fatti, per far emergere  situazioni sapientemente nascoste. Per portarle all’attenzione dei nostri lettori. 

Questo è il modo che conosciamo per fare al meglio il nostro mestiere. Questo è il modo per “proteggere” il Procuratore Nicola Gratteri. 

E questa è la nostra sfida. Noi sfidiamo questo sistema marcio, noi sfidiamo questi piccoli uomini (massoni e mafiosi) che pensano di fare il bello e il cattivo tempo. Noi sfidiamo queste “menti raffinatissime”. In passato hanno colpito. In passato siamo stati distratti. In passato abbiamo girato la testa dall’altra parte. 

Mettetevelo nella testa (marcia di potere,  avidità e sangue). Gratteri non è solo!

Il direttore

La redazione 

da WordNews.it

Link: https://www.wordnews.it/al-fianco-di-gratteri

IL TESTIMONE DI GIUSTIZIA: “SONO VICINO ALLA BINDI”

Il TdG Gennaro c. e il presidente dell'Antimafia Rosy Bindi
Il TdG Gennaro c. e il presidente dell’Antimafia Rosy Bindi

“Solidarietà” e “vicinanza”. Queste le parole utilizzate da Gennaro C., il testimone di giustizia campano che ha denunciato il sistema corruttivo della camorra negli appalti pubblici, per difendere il Presidente dell’Antimafia Rosy Bindi, dopo i continui attacchi ricevuti dagli ‘impresentabili’ (ma non solo). Il testimone di giustizia vuol far sentire la sua vicinanza, la sua solidarietà. “Per questo attacco incomprensibile”. Ha preso ‘carta e penna’ e ha scritto, rendendo pubbliche le sue parole.

Questa è la mail inviata al Presidente della Commissione Antimafia, On. Bindi; al Presidente del V comitato TDG, On. Mattiello; al Presidente del Consiglio, Dott. Renzi Matteo.

“Da uomo per bene, da uomo che ha perso tutto per aver denunciato la camorra, la corruzione ed le collusioni tra politica e imprenditori pregiudicati, da uomo campano, Le voglio esprimere la massima solidarietà e vicinanza per questo attacco incomprensibile che le stanno riservando per aver solo reso un servizio allo Stato.

Lei è oggi il simbolo di una antimafia del fare che agisce in piena autonomia e che ridà fiducia al popolo onesto sempre presente sul territorio e sempre disponibile ad ascoltare la voce degli onesti.

Oggi anche Lei ha denunciato!
Troppo spesso in Italia si colpisce chi denuncia o non chi dovrebbe pagare il dovuto prezzo con la giustizia, nel rispetto delle leggi e delle sentenze.
La legge è uguale per tutti? Forse no!
Ma il suo adempimento alla funzione da Lei presieduta ridà dignità alle istituzioni.

Non ci sono termini per poter definire questo ignobile attacco alla persona Bindi e al ruolo che ricopre. Ora tutta la politica dovrebbe fare cerchio intorno a Lei e poter prendere le distanze da chi non rispetta la legge”.

Con stima
Gennaro C.
Testimone di Giustizia