Via D’Amelio, una STRAGE di sTATO

“E’ normale che esista la paura, in ogni uomo, l’importante è che sia accompagnata dal coraggio”.
#PaoloBorsellino #19luglio1992 #stragediStato

Ore 16:58, 19 luglio 1992via D’Amelio, Palermo

Lo Stato deviato, insieme a Cosa nostra e ad altre entità, uccide il giudice Paolo Borsellino, amico fraterno di un altro magistrato: Giovanni Falcone (già ammazzato con il tritolo nella Strage di Capaci il 23 maggio dello stesso anno).

Nell’esplosione perdono la vita gli Angeli della scorta: Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Eddie Walter Cosina e Agostino Catalano e Claudio Traina.

Dopo 28 anni anni, nel «Paese orribilmente sporco», ancora non si conosce la verità.

Paolo Borsellino è stato ammazzato per la scellerata trattativa tra Stato e mafia?

STRAGE DI STATO #paoloborsellino

borsellino

19 luglio 1992… STRAGE DI STATO!!!

La Rivoluzione si fa nelle piazze con il popolo, ma il cambiamento si fa dentro la cabina elettorale con la matita in mano. Quella matita, più forte di qualsiasi arma, più pericolosa di una lupara e più affilata di un coltello.
(Paolo Borsellino)

Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli,Walter Eddie CosinaClaudio Traina.

#‎paoloborsellino‬ ‪#‎palermo‬‪#‎viadamelio‬ ‪#‎scorta‬ ‪#‎tritolo‬ ‪#‎sTato‬ ‪#‎strage‬ ‪#‎mafia‬ ‪#‎cosanostra‬‪#‎mafiamontagnadiMerda‬ ‪#‎agendarossa‬

MASSACRO Borsellino